fbpx
Travel blogger & Consulente di viaggi

Perché viaggiare? Viaggi

Quando il tempo stringe…

17 Ottobre 2019

Quando il tempo stringe…

Non abbiate paura, prometto che non sarà un articolo sulla vita, sul suo significato e sul tempo che corre, anche perché è tutt’altro argomento. Non vi è mai capitato di voler vedere a tutti i costi una città ma di averci poi rinunciato per mancanza di tempo o perché non vi sono state concesse le ferie? E magari avevate anche già trovato una super offerta sul ma avete dovuto rinunciare per paura di non riuscir poi a vedere neanche le attrazioni principali?

Purtroppo capita, e anche spesso. Io però raramente decido di non partire. Quando ero più giovane diminuivo le ore di sonno notturne durante il viaggio in modo da avere più tempo a disposizione. Ora, siccome l’età avanza, se decidessi di dormire drasticamente meno, il giorno dopo non riuscirei a visitare neanche il supermercato del quartiere più vicino!

E quindi come si fa? Come si può vedere ciò che ci interessa avendo poco tempo a disposizione senza finire a camminare 24 ore consecutive? Semplice, o si scelgono un paio di cose che si vogliono vedere con la speranza che poi, un domani, si riesca a tornare, oppure si partecipa ad un tour, privato o non.

Free walking tour

In molte capitali europee esistono i free walking tour: sono organizzati da associazioni no profit e toccano i punti di maggiori interesse, sono gratis e richiedono solo una mancia alla fine e sono molto interessanti. Io ho partecipato a questi itinerari organizzati sia a Praga che a Sofia e ne sono rimasta molto contenta. Il pro, oltre al costo, è decisamente il risparmio di tempo che si ha nello studiarsi gli spostamenti e le cose da vedere, mentre il contro è, ovviamente, la camminata per la città, anche piacevole se il tempo è sereno e un po’ meno in caso di pioggia o di brutto tempo.

Sightseeing e tour privati

E poi ci sono i famosi bus rossi a due piani, con le fermate nei pressi dei punti più turistici, con la spiegazione nella lingua desiderata e con i biglietti a durata giornaliera. Questi pullman però, oltre ad essere presenti solo nelle città più famose, hanno come tappe i punti più turistici appunto e, in alta stagione, sono pieni zeppi. E se si volesse vedere anche altro oppure se nella destinazione prescelta non fosse presente il servizio? Ebbene si, esistono anche i tour privati, con tanto di guida in lingua e percorsi alternativi. Quasi come fossimo delle regine con la guardia del corpo personale in giro per un luogo a noi sconosciuto!

Vi ho convinto, vero? Secondo me state già prenotando una toccata e fuga nella destinazione che sognate di vedere da anni. E sapete un’altra cosa? A me la vita (ecco il momento filosofico!) mi insegna spesso di non rimandare a domani ciò che posso fare oggi, perché il domani non sai mai cosa può riservarti, sia in positivo che in negativo, ovviamente. Buon tour a tutti!


Written by:



Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.