fbpx
Travel blogger & Consulente di viaggi

In giro per il mondo: Europa Praga Repubblica Ceca Viaggi

L’incantevole Praga

20 Agosto 2019

L’incantevole Praga

Praga, capitale della Repubblica Ceca, con il suo stile che io definisco “fiabesco”, mi ha decisamente incantata. Stupendi palazzi affiancati da torri gotiche e con il castello sempre lì, che controlla dall’alto la città. Un panorama stupendo, da qualsiasi punto da cui la si ammira, ti fa sentire spettatore all’interno di una stupenda cartolina…

Cosa vedere a Praga

Piazza Venceslao

Piazza Venceslao, che un tempo era un grande mercato di cavalli, è stata la protagonista di molti eventi politici nel corso della storia. Ad esempio, all’inizio della piazza, vi si trova un’esposizione di fotografie riguardanti la fine della Primavera di Praga, ovvero il momento dell’invasione delle truppe sovietiche nell’Agosto del 1968 che segnò il termine del breve periodo di liberalizzazione politica dopo la Guerra Fredda. Al fondo della piazza invece, di fronte al Museo Nazionale, si trova il monumento a Jan Palach, il giovane studente che nel Gennaio del 1969 si diede fuoco lì davanti come protesta all’invasione sovietica dell’anno precedente.

Piazza Venceslao

Piazza della Città Vecchia e l’Orologio Astronomico

Un insieme di chiese barocche, guglie gotiche e edifici colorati rendono questa piazza medioevale uno dei gioielli di Praga. E la punta di diamante della Piazza della Città Vecchia è rappresentata dalla Torre dell’Orologio Astronomico. Non spaventatevi se appena arrivati lì davanti vedrete una folla di persone tutti con smartphone rivolti verso il cielo: ad ogni scoccare dell’ora si può ammirare il carosello dell’orologio, motivo per cui più presto andrete e più avrete la possibilità di ammirare il piccolo spettacolo.

Donne in giro organizzazione viaggi Praga
Piazza della Città Vecchia
Donne in giro travel organization Marilena Pepe Praga
Piazza della Città Vecchia

L’Orologio Astronomico è formato da due quadranti: quello inferiore rappresenta i mesi dell’anno e quello superiore le orbite del sole e della luna. L’attrazione principale è appunto il carosello che inizia allo scoccare di ogni ora in cui i dodici Apostoli sfilano. Invece le quattro statue ai suoi lati raffigurano il Turco, l’Avarizia, la Vanità e la Morte: quest’ultimo è uno scheletro che, tirando una corda, da inizio alla sfilata.

Orologio Astronomico

Il Ponte Carlo

Il Ponte Carlo, o Karluv Most, è uno dei monumenti più importanti di Praga. Con la sua maestosità attraversa la Moldava, passando dalla Città Vecchia al quartiere Mala Strana e per anni è stato l’unico collegamento con il Castello. Se volete ammirarlo in tutto il suo splendore, il mio consiglio è di attraversarlo all’alba quando ancora tutta la città dorme e non è invaso da fiumi di persone. Ma io, che predico bene e razzolo male, non ce l’ho fatta e alle 8 del mattino era purtroppo già popolato. O forse andarci tardi è stato solo un pretesto per avere una scusa per poterci ritornare? 😉

Ponte Carlo, ore 8 del mattino

La Casa Danzante

Una chicca di Praga, la Casa Danzante, metà uffici e metà hotel, soprannominata anche Fred e Ginger per via della forma particolare che creano questi due edifici. Le linee curve della torre di vetro affiancata perfettamente all’edificio dritto adiacente, danno a prima vista l’idea di una coppia di ballerini in perfetta armonia. E nonostante sia un edificio così moderno, è perfettamente a suo agio tra i palazzi accanto più antichi.

Casa danzante

A proposito di Kafka

I luoghi e i simboli dello scrittore sono molti in giro per Praga. Quella che più mi è piaciuta è l’installazione della Testa di Kafka ispirata alla Metamorfosi, una delle sue opere più famose. Un’enorme scultura rotante, raffigurante appunto la testa di Kafka, formata da 42 strati che si muovono indipendentemente come rappresentazione dei continui tormenti interiori dello scrittore. E la superficie ricoperta completamente di specchi, riflette tutto ciò che c’è intorno, con un continuo movimento.

Testa di Kafka

Nel quartiere ebraico invece, che tra l’altro è uno dei quartieri ebraici più belli d’Europa, troviamo il Monumento a Franz Kafka, lui seduto sulle spalle di un vestito completamente vuoto che rappresenta suo padre, grande sarto ebreo. E sapete perché alcune parti della statua sono dorate? Perché il colore del materiale cambia con il calore, quindi più persone toccano una parte e più quella parte diventerà dorata.

Monumento a Franz Kafka

E nel Vicolo d’Oro, esattamente al numero civico 22, troviamo una delle tante abitazioni di Kafka. Dove si trova? All’interno del complesso del Castello, altra visita molto consigliata, ed è affiancata ad altre piccole abitazioni abitate all’epoca dalle guardie e dalle rispettive famiglie. Anche qui, prima andate e meglio è, purtroppo non sono riuscita a fare neanche una foto senza qualcuno che entrasse o uscisse da qui. Altro suggerimento, all’interno del complesso del Castello, andate a prendervi un caffè al bar del Lobkowiczký palác: ha un bellissimo terrazzino da cui poter ammirare uno stupendo panorama di Praga.

Marilena Pepe Organizzazione viaggi donne in giro Praga
Vicolo d’Oro
Donne in giro consulenza viaggi Marilena Pepe
Vista dal Lobkowiczký palác

Informazioni utili

Girare il centro di Praga è fattibilissimo a piedi, abbiamo preso il tram solo una volta per andare al Castello. I biglietti si acquistano da macchinette gialle vicino alle fermate, dove presenti, oppure direttamente a bordo con carta contactless.

Dall’aeroporto ci sono vari modi per raggiungere il centro: bus e metro, airport transfer e metro, trasferimenti condivisi o taxi. Noi abbiamo optato per il trasferimento condiviso, l’abbiamo prenotato on line sul sito www.prague-airport.transfers.co.uk e l’autista ci ha aspettato agli arrivi regalandoci una guida della città e donandoci dell’acqua. Gentili, vero? E al ritorno sono riusciti addirittura a venirci a prendere in ostello nonostante quest’ultimo fosse in pieno centro in una via pedonale. Fantastici!

A Praga, come in molte altre città europee, esistono delle associazioni no profit che organizzano dei tour della città: si chiama Free Tour Praga e a fine giro richiedono solo una mancia come pagamento. Sono molto bravi, tutti italiani e fanno diversi tour in vari punti della capitale.

Curiosità

Ovunque a Praga troverete il Trdlo: un dolce ricoperto di zucchero di canna e cannella che potrete riempire a vostro piacimento con gelato, cioccolato, frutta o panna. Ma volete sapere una cosa? Non ha origini ceche ma bensì ungheresi…

E come ultima curiosità, ma la più carina, a Praga c’è una strada stretta stretta che dicono sia la più stretta d’Europa o forse solo di Praga, ma comunque sia è tenerissima e si chiama Vinarna Certovka.

Vinarna Certovka

E tra Gulasch, Pilsner e Trdlo sono stati quattro giorni stupendi. E, come potete vedere dalla diversa tonalità delle varie foto, sappiate che a Praga il tempo è molto variabile: un momento c’è il sole e un attimo dopo piove a dirotto. Ma soprattutto, per godere a pieno della bellezza di questa città, evitate di andarci ad Agosto, specialmente a ridosso di Ferragosto, proprio quando siamo andati noi. Ma come ho già detto, ogni tanto predico bene ma razzolo male…


Written by:



Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.